Visione Velata

Opera vincitrice del concorso PoloPositivo Immagini x la Calabria I edizione concorso per giovani artisti – fotografia e video art – Galleria Nazionale di Cosenza – Palazzo Arnone, a cura di Melissa Acquesta e Gemma Anais Principe, coordinamento scientifico – Angela Acordon e Nella Mari.

 

2017
~

Elaborazione fotografica

40 x 80 cm.

L’opera è il risultato del concetto di trasformazione, stratificazione e accumulo di immagini, un’analisi sperimentale, da me affrontata, sulla mutazione della visione. Il processo di realizzazione dell’opera prende in esame il mio territorio di appartenenza, nello specifico caso, il Castello Normanno-Svevo di Vibo Valentia, per poi diramarsi verso altri punti circostanti (l’albero, la vegetazione, le nuvole) colti in diversi momenti della giornata. Ho voluto soffermarmi sull’idea di trasformazione dell’ambiente e della struttura architettonica del Castello, riallacciandomi a quelle vicende che nel corso dei secoli hanno lasciato le loro tracce. 

Ho ottenuto, in una seconda fase, l’unificazione dei piani prospettici stampando le fotografie separatamente su fogli lucidi e sperimentando con l’illuminazione artificiale (in studio) che ha modificato la resa di quella naturale (gli scatti effettuati in esterno). Il processo descritto genera effetti di trasparenza e di fusione tra i livelli sovrapposti e gli elementi reali aggiunti secondariamente (elementi vegetali raccolti durante la sessione fotografica), estrapolati dall’ambiente. 

La fotografia, cosi stravolta, esaspera l’illusione della realtà e la luce conferisce una “falsa” apparenza atmosferica e di lontananza. Infine ho costruito una narrazione che si sviluppa in tre fasi di lettura, presentando tre immagini in tondi con fondo nero, quasi a voler mostrare una visione diversa dalla tradizionale “inquadratura”.